venerdì 16 aprile 2010

Martino Nicoletti, Chaturman Rai: fotografo contadino dell’Himalaya, Roma, Exòrma 2010




L’opera
In uno sperduto villaggio dell’Himalaya, privo di elettricità e di ogni comodità, il giovane Chaturman, contadino e pastore appartenente all’etnia tibeto-birmana dei Kulunge, coltiva da anni una singolare passione: la fotografia.

Chaturman si entusiasma per questa arte grazie all’incontro con alcuni fotografi itineranti: enigmatici personaggi che, sino a qualche anno addietro, transitavano per i più lontani villaggi del Nepal ove offrivano la propria preziosa opera come professionisti nomadi della fotografia.

Autodidatta e sperimentatore totale, il lavoro di Chaturman si sviluppa negli anni con tenacia, a dispetto di enormi difficoltà: la rudimentale attrezzatura, la necessità di dividersi acrobaticamente tra il lavoro di agricoltore, di portatore e quello di padre di famiglia, l’approvvigionamento e lo sviluppo delle pellicole reso possibile unicamente grazie a periodici viaggi in una lontana cittadina, situata a vari giorni di cammino dal villaggio ove Chaturman vive.

Uno sguardo ai limiti del surreale, su uno dei più remoti e seducenti angoli di Asia. Un originale contributo all’antropologia visuale in ambito asiatico.

L’autore
Martino Nicoletti (Perugia 1968), etnologo, si occupa da oltre venti anni di etnografia, antropologia visuale e storia delle religioni dell’Asia meridionale e del Sud-est asiatico. Autore di numerosi saggi scientifici e opere multimediali alterna la propria attività di ricercatore a quella propriamente artistica. Attualmente vive a Glasgow, ove lavora come ricercatore presso la School of Creative and Culture Industries University of the West of Scotland.

Info:
http://www.exormaedizioni.com/
http://martinonicolettiblog.wordpress.com/

1 commento:

Anonimo ha detto...

E' incredibile.