lunedì 17 dicembre 2007

NATALE

Stasera c’è un tempo che taglia
Bufere e sferza memorie
Un’ aria che brucia la terra e
Ingoia finestre d’ azzurro
Nel nudo presepe un Bimbo
Dagli occhi di stelle
Una vita smarrita nel labirinto
Di assurdi rancori e miserie.
Anch’io o Signore sono straniero
Per la tua terra e mi lascio cullare dal mondo
Che sgrana rosari blasfemi.
E ti chiedo che l’arena non
Grondi più sangue
Che la mia porta
Non ceda alle grida
Di rivolta accese nel cuore
E quando il giorno
Avrà consumato le ore
La bisaccia non sia gonfia
Di scorie e di vento
Ma di luminosi pensieri
E dalla presenza calda d’Amore.


Luca Iozzino

1 commento:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.